giovedì 14 giugno 2007

STANCHEZZA

Eccoci arrivati a giovedì. Siamo quasi e dico quasi alla fine della settimana, però non sento ancora odore di ferie. Mi sembra una giornata così interminabile. Pausa pranzo. Come al solito è andata via in fretta, troppo. E come tutti i giorni non so da che parte cominciare per finire questa giornata. Dicono che tutti contano ma nessuno è indispensabile. Chissà perchè quando si tratta di fare del lavoro altrui quelle persone pensano che tu sia l'unica in grado di farlo. Mistero. O forse solamente sono svogliate e vorrebbero non fare niente. Sono in uno stato di progressiva stanchezza, ho bisogno di staccare la spina e resettare tutto. Voglio proprio svuotare il cervello, non pensare ai problemi che ci sono in giro e soprattutto non pensare a problemi futuri. Vorrei non dovere sempre pensare a cose che non mi riguardano e vorrei prendere più tempo da dedicare a me stessa. Vorrei essere più presente per alcune persone. E vorrei essere più felice. Vorrei che alcune persone non mi rompessero sempre le scatole pensando che io non ho altro da fare se non che eseguire quello che loro vogliono. Vorrei tante cose ancora ma dopo forse sembrerei troppo pretenziosa e insoddisfatta quando invece non è così. Ma che ci possiamo fare? Solo andare avanti, perchè purtroppo indietro non si torna. E allora adesso mi metto un pausa, mi fermo un secondo, per non buttare via il mio tempo prezioso e dare un senso a tutto quello che c'è qui intorno.

"Voglio trovare un senso a questa storia, anche se questa storia un senso non ce l'ha. Sai che cosa penso che se non ha senso, domani arriverà lo stesso. Senti che bel vento, non basta mai il tempo, domani un altro giorno arriverà" Vasco Rossi - Un Senso.

3 commenti:

alberto ha detto...

Ciao:Coraggio domani è Venerdì!
mi e capitato per caso di trovare questo blog !"(belle le casualità)
Quante cose che mi piacciono ci sono scritte !!!!
------ ti mando questo : ------
i giorni sono diventati settimane, le settimane mesi e poi un giorno come un altro sono andato alla mia macchina per scrivere e ho scritto la nostra storia:una storia di un tempo, di un luogo, di persone ma, soprattutto, una storia d'amore... un amore che vivrà per sempre...
~ Tratto dal film moulin rouge ~

Simo ha detto...

Grazie Alberto!
wow...che bella la frase di moulin rouge...quasi mi commuovo...
Mi raccomando se ricapiti qui in giro,lasciami scritto qualcosa e se hai un tuo blog fammelo sapere così ti vengo a trovare.

alberto ha detto...

Ciao Simo ho messo l'indirizzo del tuo blog tra i preferiti spero non ti dispiaccia....
Moulin Rouge mi ricorda un periodo ....bello ma per altri motivi triste (è una storia lunga)
la colonna sonora e soprattutto le canzoni cantate da quei due"Bellissimi ragazzi" le ho ascoltate per ore.
se vuoi guardare i miei disegni (un pò strani!) puoi cliccare su ALBERTO che ti appare quando leggi il messaggio e poi entrare nel profilo dove c'è il nome del blog di chi ti scrive....
più semplicemente:"lestoriedialberto.blogspot.com
Un abbraccio a presto.