venerdì 29 giugno 2007

GELATO



Mmmm...stasera un bel gelato! E' un po' che non ne prendo uno abbastanza decente (= enorme!). Così visto che l'estate è arrivata e con essa il caldo, anche se non dei peggiori, cosa c'è di meglio di un gelato? Ovviamente la mia solita triade di gusti: yogurt, nutella e stracciatella. Ormai sono troppo vecchia per provare nuovi gusti e quelli vecchi sono consolidati. Vi lascio con un po' di cultura gelataia.........

"Il gelato viene comunemente definito come una "preparazione alimentare ottenuta con una miscela di ingredienti portata allo stato solido o pastoso mediante congelamento e contemporanea agitazione". In origine il gelato non era certamente quello che noi conosciamo. Nell'antichità, probabilmente, si refrigeravano frutta, latte e miele per farne cibo ghiacciato. Riferimenti a tale pratica si incontrano sia in testi antichi sia nelle cronache d'epoca più note. Durante il Medioevo, in oriente, si scoprì il modo di congelare i succhi di frutta ponendoli in recipienti circondati da ghiaccio, modalità di preparazione questa che fu ben presto appresa anche in Sicilia, qui perfezionata e poi diffusa in tutta la penisola.
Il gelato in senso moderno fu un'invenzione tutta italiana. Alcuni storici, attribuiscono l'onore di aver ripreso e reso celebre il gelato nella metà del 1500 a Caterina de' Medici e ad un certo Ruggeri, pollivendolo e cuoco a tempo perso che lo avrebbe preparato in occasione delle nozze della nobildonna.

4 commenti:

Neremir ha detto...

Gelato come vivere senza? Ne ho mangiati 4 in tre giorni, sinceramente mi vergogno un attimino, però dico come si fa?

Simo ha detto...

Io voglio vivere di quello!
Mettiamo su una gelateria?

alberto ha detto...

Ciao volevo scusarmi.
Mi sono reso conto che nell'altro post ho esagerato! scrivendo un pò troppo, non era il caso!

Buono il gelato e buona settimana

Simo ha detto...

Ma no, non c'è problema! Anzi, le cose che hai scritto mi sono piaciute tantissimo! Hai carta bianca per scrivere tutti i commenti che vuoi!