mercoledì 30 luglio 2008

...Pausa...


SPIACENTE MA IL SERVIZIO E' MOMENTANEAMENTE ASSENTE.

IO SONO IN

sabato 19 luglio 2008

Sara & Corrado


JUST MARRIED!

giovedì 10 luglio 2008

Il giorno in più di FABIO VOLO


Sveglia, caffè, tram, ufficio, palestra, pizza-cine-letto (magari non da soli)... Giornate sempre uguali, scandite da appuntamenti che, alla fine, si assomigliano tutti, persi nel cielo grigio di una metropoli che non sa più sorridere. E' la vita di Giacomo, uno che non si è mai fatto troppe domande, che è andato incontro agli avvenimenti rimanendo sempre in superficie. Un giorno, però, Giacomo incontra sul tram una sconosciuta, e se la ritrova davanti il giorno dopo, e quello dopo ancora. Per mesi. E così, quelle tre fermate lungo il tragitto per andare in ufficio diventano un appuntamento importante della giornata. O meglio, diventano "l'appuntamento". Ma la sconosciuta ha un destino che la porterà lontano, in un'altra città. E Giacomo? Lui per la prima volta nella vita decide di non rimanere in superficie, di prendersi anche il rischio di diventare ridicolo, e parte all'inseguimento di un sogno. E' l'inizio di un gioco, incredibile e coinvolgente, che improvvisamente sarà interrotto, e che porterà i due fino a un punto di non ritorno, per scoprire se vale la pena, nella vita, di giocare fino in fondo.

L'amore, l'amicizia, il viaggio, i dubbi, le scelte, più una dose di gioco e sana incoscienza: questo romanzo ha gli ingredienti e il gusto delle pagine più riuscite di Fabio Volo. La prova esaltante di un talento narrativo che ha raggiunto la maturità senza perdere un briciolo di freschezza.


"Il problema non è quanto aspetti, ma chi aspetti."

martedì 8 luglio 2008

Il giusto valore della libertà

Crescendo si smette di considerare le scelte degli altri migliori delle nostre e si da loro il giusto valore. Ma accettarle è un concetto infantile o è valido per tutta la vita? Quando smettiamo di essere liberi?

venerdì 4 luglio 2008

L'amore conta?

Io e te ne abbiam vista qualcuna - vissuta qualcuna
ed abbiamo capito per bene - il termine insieme
mentre il sole alle spalle pian piano va giù
e quel sole vorresti non essere tu
e così hai ripreso a fumare - a darti da fare
è andata come doveva - come poteva
quante briciole restano dietro di noi
o brindiamo alla nostra o brindiamo a chi vuoi
l'amore conta
l'amore conta
conosci un altro modo
per fregar la morte?
nessuno dice mai
se prima o poi
e forse qualche dio
non ha finito con noi
l'amore conta
io e te ci siam tolti le voglie
ognuno i suoi sbagli
è un peccato per quelle promesse
oneste ma grosse
ci si sceglie per farselo un po’ in compagnia
questo viaggio in cui non si ripassa dal via
l'amore conta - l'amore conta
e conta gli anni a chi non è mai stato pronto
nessuno dice mai che sia facile
e forse qualche dio
non ha finito con te
grazie per il tempo pieno
grazie per la te più vera
grazie per i denti stretti
i difetti
per le botte d'allegria
per la nostra fantasia
l'amore conta
l'amore conta
conosci un altro modo per fregar la morte?
nessuno dice mai se prima o se poi
e forse qualche dio non ha finito con noi
l'amore conta
l'amore conta
per quanto tiri sai che la coperta è corta
nessuno dice mai che sia facile
e forse qualche dio non ha finito con te
l'amore conta

Nel bel mezzo di un triste e grigio giovedì pomeriggio, hanno messo questa canzone alla radio. Avete presente i flashback nel cinema? È esattamente quello che mi è capitato. Ho sottolineato le frasi che adesso mi appartengono di più. E, se me lo concedete, posso farvi una domanda? Ma… l’amore conta?

giovedì 3 luglio 2008

Love show

Sono qui, amami
io sarò baci facili
io lo so che sei tu
quella che fa per me.
Siamo qui a viverci
siamo noi cuori impavidi
è per te che farò
il mio love show.

mercoledì 2 luglio 2008

Sugar free

Le donne hanno optato per un'esistenza senza zucchero? Nessuna meraviglia che quando ci troviamo di fronte a una cosa vera non possiamo tollerarla. E' qualcosa che possiamo imparare a digerire o siamo diventate intolleranti al romanticismo?